Ad un uomo attaccato dal suo bulldog è stato vietato il possesso di cani per cinque anni.

Allan Forsyth, 30 anni, è stato attaccato dal suo Johnson American Bulldog ,  ricevendo vari morsi al corpo ed a una gamba. È stato quindi condannato, ai sensi del Dangerous Dogs Act, per essere il proprietario di un animale che ha causato gravi lesioni.

Lo sceriffo di Glasgow Alan Findlay si è rifiutato di far sopprimere il cane e ha ordinato invece a Forsyth di svolgere 90 ore di lavoro non retribuito.

La corte ha saputo che Forsyth è stato attaccato dal cane, di nome Bronson, dopo che  l’ha infastidito nelle prime ore del mattino ad aprile nella sua casa di Rutherglen.

“Morsicato più volte”

La polizia fu allertata alle 02:45 dalla partner di Allan, quando arrivarono, trovarono quattro cani fuori casa e Forysth con significative lesioni a gambe e braccia.

Il procuratore Louise McNeill ha dichiarato: “La partner di Forsyth ha riferito ai poliziotti che questi stava bevendo e sfidando il cane, per questo motivo Bronson gli si è scagliato contro e lo ha morso ripetutamente sul corpo, uno degli altri cani ha salvato Forsyth da lesioni più gravi attaccando Bronson. “

Tutti e quattro i cani sono stati portati in canile giudiziario.

Bronson ora avrà l’obbligo di museruola e guinzaglio quando uscirà in pubblico.

Condividi questo articolo
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento